Ryla Junior 2015


Domenica mattina, presso la Fondazione Santa Chiara, ho avuto il piacere e l’onore di partecipare come relatore al Ryla Junior, organizzato dal RotarACT, Distretto 2050 Oglio Po.
Circa 30 i ragazzi convocati dai vari istituti di Viadana, Casalmaggiore e Piadena, rappresentando l’eccellenza scolastica della zona.
Vari i temi trattati nei tre giorni, Sogni, Obiettivi, Leadership, Pensieri, affrontati e raccontati da diversi relatori, Francesco Meneghetti, Oreste Perri, Giuseppe Matera, Paola Tagliavini e Daniel Damia, Michele Bruni e Fabio Carlino.
Ora appuntamento per il secondo incontro a Bardolino il 3 Maggio.

Campionato Italiano di Mountain Bike

Sabato 25 Aprile a Spilimbergo, si sono svolti i Campionati italiani Paralimpici di Mountain Bike.
Dopo aver partecipato alla prima edizione del 2011, in cui, in vantaggio, ruppi la catena per un mio errore, partecipare a questa edizione, è stato per me un importante ritorno al ciclismo agonistico di alto livello, dove ho intenzione di concentrarmi per i prossimi anni.
E’stata una bellissima gara, su di un circuito modificato in alcuni settori la mattina stessa della gara dagli organizzatori, togliendo alcuni punti particolarmente complicati.
Il Campione Italiano Luciano Caironi, al 5° titolo consecutivo, ha iniziato a difendere da subito la maglia, ed entrati nella frazione più tecnica del tracciato al 4° chilometro, ha fatto prevalere la sua superiorità, acquisendo un vantaggio minimo che ha poi mantenuto fino alla fine. Complimenti Luciano!!!!
Esperienza positiva ed un secondo posto, che mi ha permesso di capire che la mountain bike è una specialità “lontana” dalle mie caratteristiche ma allo stesso tempo da ripetere, perché oltre alla gara in se, si vivono momenti bellissimi ed irripetibili di gioia, emozione e di autentica amicizia.
Ringrazio la squadra della Cussigh Bike di Udine, Enzo e Cesare, per aver permesso la mia partecipazione e per la fiducia nel tesserarmi per l’intero anno 2015.

UNESCO Cities Marathon


Weekend ricco di motivazione ed emozioni quello appena passato.
Venerdì incontro con gli atleti e simpatizzanti della squadra Cussigh Bike presso il negozio Cussigh situato a Tavagnacco. L’importanza delle nostre risorse nel superare i momenti difficili durante l’allenamento e/o durante la gara, individuare dove poter migliorare e come fare, riconoscere con lealtà le capacità altrui e carpirne le strategie per migliorarsi ogni volta.
Il sabato mattina è seguito un intenso allenamento con alcuni di loro, raggiungendo tutti assieme Passo Tanamea, vivendo il piacere comune di pedalare assieme attraverso montagne fantastiche.
Dopo l’infortunio del settembre 2013 ad una settimana dal Mondiale di Paratriathlon a Londra, domenica mi sono cimentato di nuovo nella fase di corsa con le stampelle, in occasione della UNESCO Marathon ad Udine.
16 chilometri molto intensi…e lunghi!!!…assieme ad una carissima amica conosciuta solo il giorno prima, Laura Bassi, anch’essa amputata di gamba in seguito ad un incidente motociclistico.
Ho avuto l’onore di conoscerla, Forza, Coraggio, Determinazione, a nove mesi dal gravissimo incidente, ma con già tantissime cose da voler fare, riuscire, raggiungere.
Ancora in fase di pieno recupero, già impegnata con la sua Associazione per dare la possibilità a chi non ne ha, di poter indossare una protesi per camminare….e perché no…correre.
Presente anche lo Scienziato Mauro Ferrari, grandissimo ad affrontare tutti e 42 i km e che recentemente, ha nominato Presidentessa dell’Associazione Achilles Foundation Italia, proprio Laura.
E’ stata un’occasione meravigliosa della mia vita in cui ho avuto il piacere di conoscere persone straordinarie, dove le sensazioni a pelle da subito mi hanno portato a vivere momenti indimenticabili, legandomi a quella terra ed agli amici trovati.
Ritornerò presto, molto presto…già mi mancate!!!

Conviviale Rotary & Panathlon

Mercoledì 25 Febbraio ho avuto l’onore di partecipare e relazionare la mia esperienza durante la conviviale dell’InterMeeting organizzato da Rotary e Panathlon.
Il tema della serata, “Comprensione Mondiale e Pace”, in cui si è evidenziato l’importanza del Valore dello Sport, le risorse/opportunità/occasione che questo offre, avvicinando persone di ogni parte del Mondo, favorendone la comprensione e avvicinare alla Pace.
Tra i relatori, anche Achille Cotrufo, Delegato Prov. CONI Cremona, Cesare Beltrami, Presidente Panathlon di Cremona e Giuseppe Bresciani, Presidente Futura Onlus, padre della pluri medagliata, Maria Bresciani, nuotatrice Paralimpica.
Lascio con molto piacere una dichiarazione del Prof. Carlo Stassano sulla serata:
Fuori da ogni retorica, perché da questa siamo bombardati quotidianamente dai mezzi di comunicazione, non ci resta proprio che APRIRE gli OCCHI, guardare con i nostri CUORI, chi è vicino a noi, cogliere esempi meravigliosi come quelli testimoniati da Te e Maria (Papà Giuseppe).
L’impegno personale, senza interessi, altri se non quelli che diffondere i Valori della Comprensione (esprimersi ma accogliere l’espressione dell’altro – desiderare una vita serena ma desiderare che la possano avere anche gli altri) e della Pace (vera Amicizia, Rispetto,  Accoglienza, Tolleranza) ed in tutto questo l’impegno FISICO ( che non può essere anche che mentale) ci aiuta molto a capire, a mettere in gioco l’intera Persona.

Polo Romani a Casalmaggiore

Assieme a Progetto 22, dopo aver incontrato ragazzi di quasi tutta Italia, oggi ho “giocato in casa” al Polo Romani di Casalmaggiore. Due incontri, dove assieme ai 200 ragazzi, abbiamo rivissuto quello che è stato il 1° Giro d’Italia Formativo ed i suoi VALORI, avviandoli verso un percorso molto importante, alla riscoperta di tutte le risorse che già fanno parte di loro. Ho dato risalto all’importanza nell’assumersi le proprie responsabilità, su ciò che sono e di ciò che li circonda. Dedicare del tempo a se stessi, ed iniziare ad analizzare con occhio critico le varie situazioni che vivono ogni giorno, rivalutandole ed apprezzarle ancora di più. Gli esempi concreti su ciò che vivono ogni giorno e le strategie da poter utilizzare per raggiungere i propri obiettivi, ha cambiato la luce negl’occhi di molti di loro, portandoli a capire meglio quanto hanno a disposizione già ora, per rendere la propria vita un trionfo.

Progetto 22 a Fano

 

Due giorni straordinari, intensi e vissuti assieme ad oltre 400 ragazzi nei due incontri svoltisi nell’auditorium del Liceo Nolfi di Fano.
Mercoledì, con i ragazzi del biennio e giovedì con il triennio, quasi 6 ore di seminario, in cui si è respirato la voglia di carpire ogni attimo dall’incontro, di vedere con attenzione i momenti emozionanti dei filmati e la curiosità di approfondire determinati argomenti come l’amputazione, i dolori, i traguardi e le strategie per superare le difficoltà, rendendo la propria vita un trionfo.
Le domande intelligenti e profonde hanno reso ancora una volta il seminario costruttivo e istruttivo per tutti i partecipanti, me compreso.
Una due giorni che mi ha visto ospite su Radio Fano e Fano TV (qui sotto il link dell’anteprima).
Grazie a Donatella Catenacci, instancabile partner in questa trasferta, per l’efficiente organizzazione.

Pomeriggio alla Gymnica 2009


Doveva essere un normale pomeriggio, il saggio di ginnastica artistica di mia figlia Giulia.
Munito di macchina fotografica per immortalare qualche scatto, appena entro nella palestra, vengo nominato dal Presidente Renato, come fotografo ufficiale.
Bhè in questo caso, tutto cambia!!!
Inizio a scattare una foto dietro l’altra (770 alla fine saggio), immortalando un’infinità di visi sorridenti e gioiosi pieni di vita e corpi incredibilmente aggraziati, nel fare evoluzioni incredibili.
Gli spalti gremiti hanno reso l’idea di quanto sia bella e unita questa grande famiglia di “Gymnica 2009”, continuando poi la festa tutti assieme ad una mega cena.
Arrivo a casa ed inizio immediatamente a sistemare alcune foto, incantato da tanta bellezza e grazia di queste piccole ed entusiaste principesse. Passano le ore, ma non me ne accorgo neppure.
GRAZIE!!!

…al via, il 1° Giro d’Italia Formativo

1a Giornata di questa avventura di Progetto 22 del 1°Giro d’Italia Formativo.
Incontro presso l’Istituto Parmigianino di Parma dove straordinari ragazzi/e hanno generato una quantità infinita di energia, confermando per l’ennesima volta di quanto sia infinita la loro sensibilità, intelligenza e voglia di conoscenza.
Sono estremamente soddisfatto di aver deciso di investire sulla mia vita, cambiando così per sempre il mio destino.

Incontro all’Istituto Parmigianino

Questa mattina sono stato ospite alla scuola Parmigianino di Parma davanti a circa 240 ragazzi.
Il tema dell’incontro, “Credere nei sogni”, quale miglior tema da affrontare, parlare e discutere con ragazzi dagli 11 ai 13 anni.
Aperto l’incontro con un breve racconto di Andrea (io), loro coetaneo, ho parlato delle varie difficoltà che nella mia vita fino ad ora ho incontrato e superato.
L’incidente, in primis, ma tante altre, dimostrando loro con i fatti che valori come la determinazione, forza, costanza, perseveranza, aiutano a costruire una esistenza magnifica anche con piccole o grandi avversità che si incontrano durante il cammino della vita.
Il viaggio in india, i bambini della scuola elementare di Leh, la Parigi/Brest/Parigi, sono alcuni dei video mostrati, che hanno catturato la loro attenzione ed interesse.
Al termine è seguito un interessante dibattito ed ancora una volta come negli altri incontri, c’è stata la dimostrazione di quanto i loro cervelli funzionino alla perfezione se gli viene proposto qualcosa di interessante, vero, stimolante.
I nostri ragazzi hanno dei talenti straordinari e non adulti abbiamo il dovere di metterli in condizione di motrarli al mondo intero dandogli gli strumenti adeguati.
All’incontro era presente anche Carolina Raspanti, giovane scrittrice, affetta da sindrome di Down, che con la sua energia e voglia di vivere al 100% , ha ulteriormente dimostrato ai ragazzi quanto sia bello credere nella vita.
Presenti anche: Nicoletta Paci (Vicesindaco di Parma), Carlotta Landi (Cervia CRAL), Adriano Monica (Referente per l’intergrazione UST Parma) e Andrea Grossi (Dirigente Scolastico).

…in diretta su TV2000

Strepitosa due giorni Romana quella appena trascorsa.
Stazione Alta Velocità di Reggio Emilia in attesa della Freccia Rossa, che in meno di tre ore mi porterà nella Capitale per lavoro, intervista, sogni, amicizia, ecc…
Una volta arrivato, ci sarà l’amico David con il quale assieme a Riccardo ci incontreremo con loro amici per continuare il lavoro di costruzione del Progetto 22.
Nel pomeriggio, alle 16,45, sono ospite di TV 2000 nella trasmissione “Nel cuore dei Sogni”, dove sfoggierò per la prima volta la maglia con il logo del progetto.
Una mezzora intensa, dove ho raccontato la mia esperienza, emozionando ed emozionandomi, dove ho ricordato il mio incidente, i primi mesi dopo l’amputazione e la voglia di ripartire in sella ad una bici, per realizzare incredibili imprese. La regia ha mandato in onda anche il video dell’India, sulla strada carrozzabile più alta del mondo, dove dopo un pianto di gioia all’arrivo in vetta mi lasciai andare in un “Ce l’ho fatta!”.
Nel finale di trasmissione ho parlato dei miei sogni e del Progetto 22, che sto portando avanti come mental coach, per regalare ai ragazzi più giovani l’insegnamento più importante che ho imparato nelle esperienze della vita.
I sogni si realizzano, basta volerlo ed esserne convinti: perché l’handicap, quasi sempre, è solo mentale, non fisico.
Link Video: http://www.youtube.com/watch?v=YBwKxP3wBAQ