Archivio mensile:dicembre 2013

La Prima del “Live Show”

Ieri a Milano ho fatto un altro importante piccolo passo verso uno dei miei sogni.
Per la prima volta ho indossato la maglia da assistente ad un corso esperienziale tenutosi a Milano. Assieme ad un fantastico team è andato in scena il primo appuntamento del “Life Show”, evento formativo per ragazzi dai 13 ai 19 anni.
Ci sono momenti nella vita dove darsi una pacca sulla spalla per il buon lavoro svolto è un dovere e per me ieri lo è stato. Ritengo d’aver contribuito positivamente alla riuscita della giornata visto l’entusiasmo dei ragazzi, dei coach e dei trainer.
Esperienze che ogni volta ti regalano emozioni indescrivibili. Contribuire all’inizio del cambiamento di un giovane non è cosa di poco conto, rende questa attività colma di responsabilità ma me ne accollo volentieri l’onere.
Qui sotto trovate il link dell’attività di cui ho parlato e che mi vede impegnato a 360°, dove è possibile avere tutte le informazioni sui contenuti, i nomi dei coach, dei trainer e le date ancora disponibili.

http://www.lifecamps.it/lifeshow/

Università per tutti

Martedì 3 dicembre 2013 ho avuto l’onore di prendere parte all’importante meeting “Università per tutti”, svoltosi presso l’Università di Reggio Emilia, in qualità di ospite.
Tra gli altri intervenuti moltissimi furono i nomi di rilievo: le Olimpioniche Cecilia Camellini e Sara Morganti, Francesco Messori, la studentessa Eleonora Calesini, sopravissuta al crollo di una palazzina durante il terremoto a l’Aquila, e tanti altri, intervistati dal giornalista Claudio Arrigoni. Ognuno di loro ha portato la propria testimonianza, condividendo con la platea la propria storia di disabilità e infondendo positività e sicurezza, dove tangibile è stata la volontà di lanciare in modo univoco un grande messaggio: la vita è una cosa meravigliosa, e pertanto va vissuta.
Nella seconda parte della mattinata Il giornalista Rai Nelson Bova, assieme ad alcuni ospiti tra i quali Elisabetta Genovese e Fiorenza Taricone, hanno introdotto il tema relativo all’inclusione delle persone con disabilità negli spazi universitari, ovvero come rendere accessibile a tutti ogni spazio dedicato allo studio.
In chiusura Uber Mazzoli, presidente del Villaggio Paralimpico presso la Fondazione Papa Giovanni XXIII di Sesso (RE), ha presentato il progetto del Villaggio medesimo che prevede la costruzione di strutture accessibili alle persone con diverse disabilità e al quale partecipo attivamente da quasi tre anni.