Archivi autore: admin

Giro d’Italia – 30a Tappa – Porto Sant’Elpidio (Marche)

Progetto 22, questa mattina ha incontrato i giovani qui a Porto Sant’Elpidio nell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Carlo Urbani”.

Prima tappa nella Regione Marche e la 30a dell’intero 5° Giro d’Italia Formativo.

Due incontri con oltre 500 giovani, attenti e concentrati sulle RISORSE su cui anche oggi abbiamo lavorato e discusso.

Poche le domande ma gli occhi dimostravano che gli argomenti trattati entravano con forza ed entusiasmo in loro, portandoli alla riflessione.

Al termine di entrambi gli incontri dopo aver firmato alcuni autografi, lontano dall’attenzione di tutto il gruppo, tanti di loro si sono scatenati in numerosissime domande sugli argomenti più diversi, dal sapere se provavo ancora dolore al moncone, all’equilibrio in bici, a quale sarà l’avventura del prossimo anno, ecc….

Un grazie, doveroso a tutte le persone che hanno reso possibile gli incontri di oggi.

Il successo è dovuto alla nostra idea di realizzare questo progetto, di chi ci appoggia ma anche e soprattutto di quei professori e dirigenti che accettano di accoglierci nei loro istituti e che lavorano prima e dopo la nostra conferenza.

Martina (presente all’incontro) ci scrive: “Il suo incontro è stato molto commovente ed allo stesso tempo è riuscito a trasmettere CORAGGIO a chi forse in questo momento ahimè non ce l’ha. Mi spiace per il suo incidente ma sono molto felice che abbia raggiunto tanti dei suoi obiettivi senza mai mollare. Di sicuro la sua storia non me la dimenticherò ed ogni volta che dovrò affrontare delle difficoltà, mi ricorderò di lei.

La storia di una persona che è riuscita a rendere una vita in cui credevi di aver perso in una meravigliosa, piena di felicità, di avventure e di obiettivi.”

Giro d’Italia – 19a Tappa – Salerno (Campania)


A circa 40 giorni dalla prima tappa di questo tour, eccoci arrivata nella Regione Campania, dove ci aspettano 4 città e circa 2.000 giovani.
Grazie a Claudio Naddeo, dirigente dell’Istituto Trani di Salerno, Progetto 22 ha avuto l’opportunità di svolgere l’incontro nel Teatro Augusteo, davanti a 500 giovani, attenti e curiosi, nel percepire che sarebbe stata con molta probabilità una mattinata diversa.
La storia di una ragazza uscita al termine dell’incontro di disabilità, sogni, sfide da vincere ogni giorno, ci fanno ancora una volta capire quanto questi giovani abbiano dentro di se dei valori, energie, risorse, volenterosi di mettersi in gioco e volersi costruire il proprio futuro.

Giro d’Italia – 14a Tappa – Sabbioneta (Lombardia)


Un incontro da segnare e ricordare tra i più belli da quando siamo partiti nel 2014 con Progetto 22.
300 giovani che sulle gradinate del Teatro Antico di Sabbioneta, hanno animato e reso entrambi gli incontri completamente diversi dal solito, stravolgendo la sintassi prevista con le loro domande, semplici ed efficaci.
A tutto questo si è aggiunta una cornice strepitosa, quella del Teatro Antico, esaudendo un sogno che da tempo era nei nostri pensieri, quello di portarci il nostro Giro d’Italia Formativo e che come spesso accade, è grazie alla Passione e Volontà nel voler fare le cose, ed un ringraziamento per questo va al Professor Vanni Zardi, promotore ed organizzatore della tappa a Sabbioneta.
Grazie

Giro d’Italia – 12a Tappa – Nuoro (Sardegna)

Il nostro 5° Giro d’Italia Formativo, ci ha visti in settimana a “toccare” un’altra importante isola, la Sardegna. Seconda esperienza in questa regione, da cui ci eravamo portati in Continente bellissime ricordi ed una accoglienza davvero speciale.

L’incontro con i giovani in questa occasione è inizia molto prima, più precisamente, la sera, dove alcuni di loro hanno organizzato una piacevole e divertente cena dove siamo riusciti ad organizzare per il giorno successivo, una conferenza “diversa” dal solito.

Ho lanciato alcune idee in cui far intervenire, leggere, discutere loro stessi e prontamente hanno accettato la sfida.

L’incontro è durato tre ore, con una pausa brevissima in mezzo, dove l’attenzione è sempre stata alta. Pochi interventi, poche domande, ma concentrati su ciò che gli si diceva.

Prossima tappa, TONARA

….stay tuned!!!

Giro d’Italia – 11a Tappa – Cremona

Continua il nostro Giro nelle scuole di tutta Italia, l’11a tappa si è svolta a Cremona presso la Scuola Statale Anna Frank.
A differenza di tutti gli altri incontri, i professori, seguendo un progetto loro interno di “letture con l’autore”, prima di iniziare il mio intervento, alcuni alunni, hanno letto e interpretato brevi brani del mio primo libro M.O.N.S.T.E.R.S. da cui poi io, ho continuato, seguendo in linea di massima la scaletta, interrotto, positivamente, dalle innumerevoli domande di tutti questi giovani, ancora una volta di riconferma di quanto abbiano voglia di conoscere, capire ed imparare.
Prossima tappa a Nuoro (Sardegna)

Giro d’Italia – 9a Tappa – Concesio (Brescia)

Tappa nella provincia di Brescia, precisamente a Concesio per il nostro 5° Giro Formativo.
Due incontri con circa 400 giovani delle scuole medie dove a differenza di altre volte, ha prevalso la loro spontaneità, anzichè la struttura preparata i giorni precedenti.
Tantissime domande ed in alcuni casi un “rumore” importante…:-)
Al termine, mi sono state consegnate delle tavole su cui alcuni alunni hanno disegnato e descritto alcune delle RISORSE che noi portiamo loro.
Sensazioni, stimoli, incoraggiamenti per farci continuare sempre più forte.

Giro d’Italia – 8a Tappa – Dosolo (Mantova)

Anche questa mattina abbiamo portato le nostre RISORSE ai 150 alunni che a Dosolo, ci aspettavo nel piccolo anfiteatro della scuola.
Come spesso accade, la loro spontaneità emerge fin da subito e senza aspettare il mio invito, mi hanno tempestato di domande curiose e divertenti.
Quasi al termine, una ragazzina ci ha raccontato un importante evento accaduto alla sua famiglia che pina piano stanno superando con FIDUCIA e DETERMINAZIONE, guardando avanti e credere che ci sarà in futuro, lungo e meraviglioso.
L’attività che proponiamo ai ragazzi al termine riesce ogni volta ad incantare tutti e per qualcuno, trovare dentro di sè strumenti che appena un’ora prima non avrebbe mai pensato di avere.
Andiamo avanti! Ci aspettano ancora tanti giovani in tutta Italia!

Sognare non è un peccato!


-43 giorni a NordKapp (Norvegia)
SOGNARE non è peccato!
In treno, di ritorno da Milano, dopo una giornata passata assieme al mio amico Massimo.
Il computer appoggiato sulla mensola del posto frontale, a fianco del finestrino, fuori il tempo è grigio, tonalità completamente diversa da ciò che provo in questo momento.
Ieri discutevo con una amica sull’immaginare in vari momenti della nostra giornata, il nostro futuro o ciò che stiamo vivendo nel miglior modo possibile e lei mi disse, “attenzione però di rimanere sempre con i piedi per terra.”
E’ una pratica che utilizzo oramai da diversi anni, prima di addormentarmi, di immaginare il mio futuro meraviglioso, che mi accadano cose e me ne arrivino altre ancora più belle, e man mano passa il tempo, una alla volta si stanno avverando.
In quei momenti, NON voglio stare con i piedi per terra, voglio VOLARE, volare alto e desiderare per me e per la mia famiglia, il meglio.
Ricordo sempre dove ero solamente quattro anni fa e sono altrettanto consapevole di quanto “fortunato” sia oggi, nel fare quello che sto facendo.
Un giorno a Milano, l’altro a Padova, poi Roma e chissà dove ancora, lavorando con giovani, imprenditori, industriali; allenandomi in orari dove prima era impensabile perché immerso in quella macchina “perfetta” del lavoro “sicuro” e del “posto fisso”.
Ieri mi sono allenato con Massimo al Campo dei Fiori a Varese, bellissimo, faticoso, emozionante, immersi nella natura e totalmente fuori dal mondo.
Ho ringraziato, con un GRAZIE, perché poter far quello non è scontato, ma allo stesso tempo mi son dato una pacca sulla spalla, ringraziando anche me stesso, per la VOLONTA’, DETERMINAZIONE e PASSIONE in ciò che faccio, dove non ci sono le otto ore, ma l’obiettivo finale, costi quel che costi.
SOGNARE non è peccato, è ritornare bambini e ritrovare così quella magia della VITA, che forse abbiamo purtroppo dimenticato.

Viaggio a Capo Nord

-44 giorni a Capo Nord
Terminata l’avventura lo scorso anno in solitaria in Perù, dove ho percorso 1.150 chilometri in sella alla mia bici e 4 giorni attraversando le Ande per raggiungere il sito archeologico di Machu Picchu, capii che il mio futuro sportivo era chiaramente indirizzato verso queste avventure, difficili ed impegnative, dove le difficoltà devi superarle esclusivamente attraverso la tua determinazione, resilienza, passione.
Esperienze che ti segnano, migliorano, cambiano.
Perciò nei mesi invernali, ho costruito la prossima avventura in solitaria per questo 2017, l’attraversata in solitaria da Sud a Nord in Nuova Zelanda.
Quasi tutto fatto, con la mente che già viaggiava in quei paesaggi meravigliosi, con il sudore sulla fronte e la fatica che riempie di gioia.
Poi, all’improvviso, un ragazzo, Massimo, in poco più di pensiero, mi ha cambiato completamente visuale.
” Andrea, io ho un sogno, arrivare a Capo Nord in Norvegia “.
Assieme già da tre ore, l’avevo già guardato negli occhi, sentito parlare nel raccontarmi ciò che desiderava, ma quella frase è stata diversa da tutto il resto.
E’ cambiata la sua luce negli occhi, ha rallentato il ritmo delle sue parole ed il tono è diventato profondo, pieno.
” Max, sarebbe per me un onore poterti accompagnare e contribuire così ad esaudire questo tuo desiderio “.
Ed eccoci qua, ad affrontare un ritiro assieme per testare il livello della nostra preparazione atletica e mentale.
Senza sapere esattamente quali saranno le difficoltà che affronteremo negli oltre 11.000 chilometri che percorreremo, affrontiamo ogni giorno di preparazione, consapevoli che le supereremo, con il sorriso.
Sarà un’avventura unica nel suo genere.
Due ragazzi con una gamba ciascuno.
Seguiteci!
#progetto22
#route22
@andreadevicenzipage

Coaching Sportivo Brazilian Jiu Jitzsu e….


Anche chi pratica Brazilian Jiu Jitzsu, riconosce l’importanza dell’aspetto mentale nell’affrontare al meglio le varie competizioni.
Tanti gli atleti che hanno partecipato all’incontro a Viadana, organizzato dall’ASD Quarto Round, per far conoscere a molti ed a altri chiarire dubbi, sui vari aspetti che una attività come quella del coaching sportivo, può migliorare il loro periodo e costanza impegno.
Tante le tematiche, ma da sottolineare l’importanza di aver un obiettivo chiaro nella propria mente, ci può davvero aiutare a raggiungerlo, perciò, conoscere e seguire le 7 caratteristiche fondamentali che lo compongono.
La particolare attenzione nelle oltre due ore di incontro, mi ha trasmesso, come d’altronde dimostrano sul tatami, una particolare PASSIONE in ciò che fanno e vogliosi di conoscere di più gli aspetti che andavo loro a proporre, che come hanno osservato alcuni, non sono necessariamente legati all’aspetto sportivo, ma anche ad ogni attività che si svolge nella vita.