Day 2 : Parigi / Le Mans


Sveglia questa mattina inaspettata con un pioggia torrenziale su Parigi, il cielo è grigio ma il pensiero della tappa che ci aspetta nel pomeriggio, colora ciò che ci circonda.
Controlliamo sulla cartina il percorso e partiamo.
La distanza da percorrere, esclusivamente in macchina, è relativamente poca e più ci avviciniamo alla meta, più cresce l’emozione.
Quante volte abbiamo visto immagini e foto di questo circuito, macchine che sfrecciano ad oltre 300 km/h nelle ore notturne.
Siamo arrivati, l’uscita dalla superstrada indica Circuit de Le Mans 24h.
Il paesaggio è leggermente collinare e ci permette di vedere parte del circuito ma soprattutto sentire le Porsche che stanno girando a tutta velocità in pista.
Chiediamo informazioni, Massimo ha il desiderio di girarci alcuni minuti, seduto su di una quattro ruote potente, ma ahimè, la pista è prenotata e non è possibile girarci.
Il responsabile percepisce il desiderio di Massimo e ci regala la possibilità di guardare la pista da una postazione di privilegio quale è il podio, dove per accedere, bisogna passare dalla regia video, incredibilmente immensa, che ci colpisce entrambi.
Dalla porta vetrata si intravede la pista, le tribune, il podio e parte della pista. Percepiamo la nostra posizione di privilegio nel poter varcare quella soglia ed eccoci, con il nostro piede in prima posizione.
Da li la vista è diversa, intensa ed è facile immaginare quanti milioni di persone abbiano festeggiato in tutti gli anni di storia, i propri beniamini.
Troviamo cordialità e l’addetto ci regala anche un giro a bordo pista, così è davvero il massimo, per massimo…:-)….ma anche per me!
Ripartiamo entusiasti e la sensazione è quella vera che il viaggio è ora davvero iniziato.
Iniziamo a scrivere le pagine del nostro libro e quando passiamo a fianco di un lago, pensiamo sia un’ottima idea aggiungere all’avventura un bagno fresco.

Ci tuffiamo!!!!….:-)