ITU International Besancon (FR)

Ho vinto la mia prima competizione Internazionale nel Paratriathlon e non ero preparato all’occasione.
Sono emozioni forti, fortissime!!!!
Immagino chi vince spesso ed è abituato ad “abbattere” quel nastro che all’arrivo segnala il vincitore assoluto.
Esatto!!! Io non ero preparato a questo.
Stavo benissimo, a pochi minuti dalla partenza l’amico Bardella mi dice “ti vedo rilassatissimo”.
Parto forte nella corsa con le mie stampelle, arrivo in zona cambio con 4 minuti di svantaggio sul primo.
Salgo finalmente in bici, da subito i muscoli della gamba bruciano, sto tirando forte, il contachilometri segna velocità che mi piacciono.
All’undicesimo chilometro vedo il primo, svantaggio quasi recuperato che si annulla dopo due chilometri.
Pedalo ancora più forte ed arrivo in zona cambio con circa due minuti di vantaggio.
Parto con le stampelle, il polpaccio è un blocco di marmo ma continuo, l’esperienza mi insegna che dopo alcune centinaia di metri tutto si dissolve.
Arrivo al giro di boa degl’ultimi 2,5 chilometri ed il vantaggio è di circa 90 secondi.
Per la prima volta riesco a vedere la possibilità concreta di vincere l’oro.
Forte!!!
Ancora più forte!!! fino a quando taglio il nastro del primo classificato.
Siiiiiiiiiiiiii

Lascia un commento