Chi sono

Mi chiamo Andrea Devicenzi, sono Coach e Atleta, appassionato di Sport ed avventure al limite. Sono sposato con Jessica ed ho due meravigliose bambine, Giulia e Noemi.

All’età di 17 anni un grave incidente motociclistico mi ha causato l’amputazione della gamba sinistra. Un evento tragico che ha cambiato la mia vita per sempre.

"Se n’è andata una gamba
ma non la voglia di vivere
ogni giorno della mia Vita
al massimo delle mie possibilità."

Blog

  • Diretta di Lunedì 3 Giugno da Indianapolis affidata al Pianista Jazz Carlo Uboldi. Orario: ore 19 America / ore 13 Italia Questo l’elenco degli artisti proposti. Sarà poi una sorpresa per tutti/e, ciò che suonerà dal vivo nel corso della diretta. Wes Montgomery: Nato e cresciuto a Indianapolis, Wes Montgomery è stato un leggendario chitarrista jazz. È considerato uno dei più grandi chitarristi jazz di tutti i tempi, noto per il suo stile unico e innovativo di suonare la chitarra. La sua influenza sulla musica jazz è duratura e significativa. Cole Porter: Anche se non è nato a Indianapolis, Cole Porter ha trascorso parte della sua infanzia e della sua adolescenza nella città. È diventato uno dei compositori e autori di musical più celebrati del XX secolo, noto per le sue canzoni iconiche e le sue produzioni teatrali di successo a Broadway. Michael Jackson: Anche se nato a Gary, Indiana, Michael Jackson è cresciuto nella vicina città di Indianapolis prima di diventare una delle superstar più famose e influenti della storia della musica pop. Il suo impatto sulla cultura musicale mondiale è enorme, e il suo legame con Indianapolis è parte integrante della sua storia personale. www.carlouboldi.com www.facebook.com/cuboldi www.youtube.com/carlouboldijazz www.jazzitalia.net/artisti/carlouboldi.asp instagram: carlo.uboldi Curriculum di Carlo Uboldi Considerato tra i più quotati pianisti Italiani di jazz a livello internazionale, ha fatto del blues e dello swing la sua più grande passione sul pianoforte che prosegue tuttora con alle spalle oltre 4000 concerti Jazz in locali, Festivals e teatri in in Europa Meridionale, tra cui il Blue Note di Milano, l’Opera di Francoforte, il conservatorio di Zagabria e di Milano, il Jazz Keller di Francoforte, il Teatro Bibiena di Mantova. Quaranta dischi con svariate formazioni di cui 13 come leader, un disco dedicato a Clark Terry con Stjepko Gut guest del quintetto “Swingsuite” ed un disco live col Newyorkese Scott Hamilton. Esordisce a 18 anni all’interno della trasmissione TV1 estate su RAI 1 suonando già brani di sua composizione, in quegli anni è seguito negli studi dal Maestro Ettore Righello, pianista titolare dell’orchestra ritmica della R.A.I. di Milano. Spesso ospite di trasmissioni televisive, in questi anni alla trasmissione EssereBenEssere su Telecolor. Ha collaborato/ collabora tuttora con grandi nomi del jazz Italiano quali Emilio Soana, Franco Cerri, Ellade Bandini, Luciano Milanese, Massimo Manzi, Emanuele Cisi, Mauro Negri, Laura Fedele, Stefano Bagnoli, Bruno De Filippi, Gianni Coscia oltre a svariati americani. Il suo stile personale e moderno ha come riferimento Oscar Peterson e si caratterizza da una carica vulcanica di swing ben coniugata alla raffinatezza espressiva. Nel 1991 incide come ospite il suo primo LP prodotto dalla Ariston che vince il premio S.I.A.E. di quell’anno, nel 1992 l’ etichetta tedesca “Bellaphon” produce il disco “Milan Swing” in cui suona il repertorio di Goodman col vibrafonista Fritz Hartschuh. Nel 1997 per 15 anni sarà il pianista del quartetto di Gianni Coscia col quale interpreterà le canzoni di Gorni Kramer in jazz in tutti i teatri più importanti d’Italia e inciderà un disco per il quale le Poste Italiane emetteranno un francobollo con la copertina del CD. Dal 2006 grazie ad un brano di sua composizione dal titolo “Welcome To Nippon” Uboldi vende tanto in Giappone al punto che dei musicisti nipponici reincidono il suo brano, nel frattempo un brano di musica nu-jazz scritto in collaborazione con Tiziano Leidi ed intitolato “Cathodical Mirror Of Human Beings” vende in un mese 10.000 copie, unico brano estero inserito in una compilation di musica elettronica giapponese chiamata “Beautiful Field”. Attualmente titolare dello “Tsunami trio”, dell’ “Evergreen Jazz Trio” del “Ubbazu Trio” e del “Sapinori Dupi quartet”, cotitolare del Duo “Introspective” con Felice Clemente nonché pianista del quartetto jazz di Laura Fedele. Di recente uscito il primo disco Jazz col pianoforte accordato a 432 Hz con brani di sua composizione intitolato “Rinascita naturale”. A breve verrà pubblicato dalla casa editrice BLONK anche il suo primo libro in cui narrerà una serie di aneddoti accaduti lungo il suo percorso musicale. Come docente di pianoforte moderno/jazz all’età di 22 anni è già l’insegnante più giovane della scuola “Piccolo Conservatorio Nuova Milano” di Milano, collega di tutti i più prestigiosi insegnanti di jazz della zona. Ha tenuto un seminario alla facoltà di musica Afro-Americana di Padova insieme a Gianni Coscia coi critici Vittorio Franchini e Luca Cerchiari, alla Bocconi di Milano ed al Conservatorio di Como, nonché svariati incontri/corsi sullo swing per il Comune di Como e per l’Università popolare della musica sempre nella sua città. Da 30 anni insegna in Italia e Svizzera mettendo a disposizione la sua esperienza nello swing e soprattutto sulla grande possibilità tramite la conoscenza armonica del blues e del jazz di poter avere un approccio professionale e più personale su brani pop di artisti internazionali tra i quali ad esempio Amy Winehouse, Stevie Wonder, Michael Jackson ed altri. Dal 2015 insegna esclusivamente alla PopMusicSchool di PabloMeneguzzi.

    Leggi tutto
  • Una bella mattinata di incontri quella di giovedì 1° febbraio,organizzata dai i ragazzi all’istituto Romani di Casalmaggiore. Moltissime le realtà del territorio coinvolte oltre a me con A. Pro.Sport., come ProLoco, Croce Rossa e tante altre. 5 incontri da 40 minuti ciascuno in cui i giovani sceglievano a proprio piacimento cosa andare ad ascoltare. Oltre alla mia storia personale, ho trattato con loro l’importanza della comunicazione e la differenza tra il sogno e l’obiettivo. Un’altro momento di crescita e confronto in un’ottica assolutamente costruttiva.

    Leggi tutto
  • Le cose belle trasmettono energia, quell’energia positiva che ti permette di pianificare nuove esperienze, che possono rappresentare punti di riferimento importanti nella crescita personale di ognuno di noi. L’avventura in Islanda del 2022, letta da questa prospettiva, mi ha dato tanto, mi ha insegnato tanto. Un viaggio in sella alla mia bici di 2200 chilometri, dove l’imprevisto, ogni giorno, era dietro l’angolo, in cui la capacità di “riprogrammare”, rispetto a quanto pianificato preparando l’esperienza, si è dimostrata una abilità/competenza fondamentale. Con “La mia Islanda su un pedale”, grazie al libro ed al docufilm che è stato realizzato, ho girato l’Italia, incontrato tantissime persone ed “assorbito” ancor più energia positiva, che mi ha permesso di trasmettere al meglio il fascino di avventure come queste. Messaggio che è stato particolermente accolto dai giovani, dando così vita a “Oltre l’Impossibile”. Progetto che durante la prossima estate mi permetterà di tornare in Islanda, assieme a 10 ragazzi dell’Istituto Tecnico E. Tosi di Busto Arsizio, per percorrere con loro circa 500 km in bicicletta. Un progetto che passo dopo passo sta crescendo e che a sei mesi dalla partenza, programmata per il 21 luglio 2024, assieme ai docenti della scuola ed ai ragazzi selezionati, stiamo cercando di perfezionare. Giovedì 18 gennaio presso l’Istituto Tosi si è svolto il primo incontro di programmazione con i ragazzi ed i loro genitori. Facilmente palpabile l’entusiasmo presente nell’aula magna dove si sono svolte el due ore. E’ stato così presentato il progetto, a cui ha fatto seguito il racconto della mia esperienza nel 2022 e la proiezione del Docu-film, al termine del quale ho chiesto ai ragazzi cosa stessero pensando, per percepire le loro reazioni a seguito della visione delle immagini. A seguire ho illustrato il percorso, presentato le giornate ed i chilometri da percorrere. I giovani saranno divisi in tre Team. Il primo si occuperà della partenza e del percorso, il secondo della descrizione dei luoghi, il terzo della gestione del campo base, della cena e della colazione. I tre gruppi si alterneranno durante l’avventura, svolgendo ciascuno per due volte ogni mansione. Continueremo ad incontrarci fino alle soglie della partenza, per continuare a preparare al meglio questa grande avventura. Un’avventura che non sarà solo in terra Islandese in sella alle nostre bici, ma un vero e proprio percorso formativo, prima, durante e dopo. Non mancano i “compiti a casa” e per il prossimo incontro ho chiesto loro di presentare un luogo d’interesse che incontreremo durante il viaggio e quali sono le prerogative che intendono raggiungere. Sarà un’esperienza fantastica, ne sono certo e da questa, come tutte le cose belle, ne nasceranno tante altre. Continuate a seguirci e aiutateci a sostenere questa grande esperienza.

    Leggi tutto
  • “Iniziata la preparazione invernale” Al termine dell’allenamento di ieri pomeriggio dalle 13 alle 16 in mtb, mi son reso conto di quanto quest’anno la preparazione stia andando a gonfie vele. La mtb mi permette di uscire anche con temperature e condizioni atmosferiche non favorevoli. Non ricordo a memoria, di essere mai riuscito in questo periodo a percorrere così tanti chilometri e stare in sella per tutto questo tempo. Asticella per febbraio posta a 4 ore e per marzo a 5 ore, in cui iniziare lavori con il cardiofrequenzimetro.

    Leggi tutto
  • Uno degli aspetti più belli legato ai progetti che assieme alla mia squadra stiamo portando avanti, è quello di poter conoscere città, Amministrazioni, persone e progetti, che hanno tanto da raccontare e da trasmettere. Qualche giorno fa si è svolta la cerimonia d’inaugurazione dell’anno di Pesaro Capitale italiana della Cultura 2024. Proprio a Pesaro, lo scorso 27 settembre ho avuto il piacere di essere accolto, durante il tour in bicicletta da Fidenza a Roma, che abbiamo organizzato per promuovere il Progetto Albatros e sensibilizzare la cittadinanza incontrata sull’autismo. Una bella e calorosa accoglienza, da parte dell’assessore alla Solidarietà, Servizi Sociali, Politiche per la Famiglia, Anziani e Volontariato, Luca Pandolfi, che ci ha fatto omaggio in anteprima proprio della maglia dedicata a Pesaro capitale italiana della Cultura. Un momento importante che abbiamo immortalato in una foto, che oggi mi piace condividere nuovamente con tutti voi e che lega, in qualche modo, il nostro Progetto Albatros a questo anno così importante per Pesaro.

    Leggi tutto
  • Socio del Panathlon International a Cremona. Sport, Sport e ancora Sport. Dirigenti, sportivi, ex atleti, campioni e campionesse, volti a portare la propria esperienza al servizio della comunità. E’ un onore poter far parte di questo gruppo e mi impegnerò nel portare avanti tutti gli obiettivi prefissati. Il Panathlon International  è l’associazione di tutti i “Panathlon Club”, i quali sono fondati essenzialmente sul volontariato dei soci. Il Panathlon è un Movimento internazionale per la promozione e la diffusione della cultura e dell’etica sportiva, secondo il riconoscimento ufficiale del CIO, e si propone di approfondire, divulgare e difendere i valori dello sport inteso come strumento di formazione e di valorizzazione della persona e come veicolo di solidarietà tra gli uomini ed i popoli. Il termine “Panathlon”, proveniente dalla lingua greca, può essere tradotto con l’espressione “insieme delle discipline sportive”, mentre il motto “Ludis Iungit” significa “uniti dallo sport”. Il Panathlon attua l’unità del movimento e lo dirige con l’appoggio dei club riuniti in distretti su di un territorio idealmente unico e unitariamente rappresentato. E’ aconfessionale, apartitico, senza distinzione di sesso e di razza. Non ha fini di lucro. L’essere Panathleta mi impegna a: Onorare il motto Ludis Iungit e a promuovere l’ideale panathletico; Rispettare le regole del Club di cui sono diventato socio; Dare il meglio di me a titolo di volontariato per far raggiungere al mio Club gli scopi che si è prefisso; Ricercare l’amicizia di tutti i Panathleti, praticarla, e aiutare i nuovi soci a integrarsi rapidamente nella vita del Club; Agire affinché lo sport sia considerato e vissuto come un elemento di cultura degli uomini e dei popoli; Operare permanentemente e dovunque per l’affermazione dell’etica sportiva basata sul fair-play; Prodigarmi affinché una sana educazione sportiva venga data alla gioventù della mia città, della mia regione, del mio paese; Essere d’esempio nel modo di praticare lo sport; Comportarmi da sportivo esemplare quando assisto ad una competizione; Essere un vero ambasciatore dello sport, inteso come elemento di emancipazione dell’uomo, e lottare contro tutto ciò che lo degrada. Rafforzerò il mio impegno con l’assidua partecipazione alle riunioni e alle manifestazioni organizzate dal mio Club e a quelle di altri Club del Panathlon International.

    Leggi tutto

Eventi

  • Iniziano da Sabbioneta le presentazioni aperte al pubblico, relative al mio ultimo viaggio in Scandinavia, Finlandia, Svezia e Norvegia, denominato #crossinthenorth. Faremo assieme un viaggio, grazie a racconti, aneddoti, filmati e foto. Vi aspetto! Vi aspettiamo!

    Leggi tutto

Eventi trascorsi

  • Andrea Devicenzi Libro

    Castelverde – 9 dicembre 2022 Altro appuntamento in cui poter venire ad ascoltare e vedere l’Impresa in Islanda. Questa l’organizzazione della serata: Dalle ore 19 MOSTRA FOTOGRAFICA Alle ore 21 – Proiezione del Film “La mia Islanda su di un pedale” Alle ore 21:45 – Presentazione del libro “La mia Islanda su di un pedale” VI ASPETTO

    Leggi tutto
  • Andrea Devicenzi Islanda

    Noceto (PR) – 25 novembre 2022 Presentazione del libro “La mia Islanda su di un pedale”. Dalle ore 18 alle 23 – Mostra Fotografica Alle ore 21 – Proiezione del Film “La mia Islanda su di un pedale” Alle ore 21.45 – Presentazione del libro “La mia Islanda su di un pedale” Seguiranno aggiornamenti

    Leggi tutto
  • Andrea Devicenzi Ambrosetti

    Verona – 22 novembre 2022 Come relatore discuterò con il pubblico di come sia possibile andare oltre i propri limiti con coraggio, in un’ottica di costante miglioramento, arricchimento e crescita personale.

    Leggi tutto